Le terme

Le Terme di Vallio sono immerse in un parco termale immerso nel verde, dove oltre a curarsi si può trascorrere una rilassante vacanza all'insegna del benessere.

All'interno delle terme si trovano anche giochi di bocce, giochi per bambini, ping-pong, servizio bar ed intrattenimento musicale, e soprattutto una pineta dotata di percorso salute per ritrempare e mantenere in forma il nostro corpo.

Alle Terme si può trovare l'acqua minerale fresca e salutare che scaturisce direttamente dalla Fonte "Castello" per la cura idropinica, ed un attrezzato reparto per le cure inalatorie.

L'Acqua Castello delle Terme di Vallio è un'acqua oligominerale che appartiene al gruppo delle bicarbonato-alcaline. E' molto indicata sia per la cura dell'apparato gastroenterico sia per quello urinario.

A livello gastroenterico, sortisce benefici notevoli, stimolando i processi digestivi ed assimilativi mediante una capacità trofica e protettiva della cellula epatica insieme ad uno stimolo funzionale epatobiliare e pancreatico.

A livello gastrico, è in grado di agire nei confronti di gastriti ipersteniche (aumentata secrezione ed eccessiva contrattilità)

A livello intestinale, l'acqua Castello induce diminuzione o addirittura scomparsa di sintomi diarroici e contribuisce al ripristino dei sali minerali persi con le feci.
Riguardo alle colopatie croniche, l'acqua Castello è dotata di spiccate doti antinfiammatorie ed antispastiche.

A livello delle vie biliari, due sono i meccanismi implicati nell'azione dell'acqua Castello:
1. COLERETICO: stimolo alla produzione e fluidificazione della bile;
2. COLAGOGO: stimolo alla contrazione e svuotamento della cistifellea ed azione di rilascio dello sfintere di Oddi.
L'insieme di queste due attività risulta di notevole importanza ed utilità nel trattamento delle patologie da calcoli epatici e da disfunzioni motorie delle vie.

A livello urinario, grazie al suo specifico meccanismo d'azione, è in grado di determinare un aumento globale della diuresi provocando l'eliminazione di una quantità maggiore di urine rispetto alla quantità di acqua che è stata assunta.
E' capace di effettuare anche un lavaggio delle vie renali, una normalizzazione del Ph urinario ed un aumento in esso delle scorie metaboliche e delle tossine.
Un'adeguata assunzione di acqua è in grado di favorire l'eliminazione di calcoli e renella e diminuire la formazione di acido urico. Variabili sono le dimensioni dei calcoli emessi durante la cura.
L'attività di inibizione nei riguardi della precipitazione di acido urico a livello renale, consente di ottenere un valido effetto di prevenzione alla riformazione dei calcoli stessi.